21 ago 2017

Letizia Vicidomini a San Felice Circeo. Successo di pubblico a “Incontri all’imbrunire”

Lo definiscono noir poetico, psicologico, “intenso e vivo come un thriller di Hitchcock”, per utilizzare le parole di Maurizio de Giovanni che ne consiglia la lettura.

Stiamo parlando di “Notte in bianco”, ultimo romanzo in ordine di uscita di Letizia Vicidomini, pubblicato dalla napoletana Homo Scrivens per la collana Dieci.

La storia è quella di Viola Carraturo, una tabaccaia che gestisce un esercizio a Materdei, zona di Napoli che fa da cuscinetto tra la città ricca del Vomero e quella popolare dei quartieri. E’ una donna strana, indecifrabile, sporca e trasandata, malvista da tutti. 


Vive con due nipoti adulti, asociali e dediti al vizio del gioco, che l’aiutano nella conduzione della tabaccheria.

E’ lei la vittima, che si presenta al lettore uccisa in maniera feroce, con la testa fracassata, nella tabaccheria. Il commissario Michele Loffredo è titolare delle indagini, ma chiede aiuto al suo ex capo in pensione, Andrea Martino, che ha sempre avuto un’abilità speciale nella ricerca della verità.



E’ così che Martino, strappato alla passione per le piante che coltiva sul suo terrazzo e ai manicaretti che gli prepara la moglie Luisa, si imbarca nella complessa operazione di comprendere chi fosse veramente Viola Carraturo. C’è un condominio intero che ha visto e tace, che parla di cose che non sa ma immagina, una folla di personaggi indimenticabili.

Di questo e tanto altro si è parlato domenica 13 agosto a “Incontri all’imbrunire”, la bella rassegna ideata da Gianluigi Superti e condotta in tandem con Max De Tomassi, speaker del programma Brasil in onda a Radio Uno Rai, nella cornice del Circeo Park Hotel.

La serata è stata allietata da un pubblico numeroso e attento, che si è appassionato alla storia della tabaccaia ma anche alla lettura del racconto “Mio padre”, incluso dell’antologia “Una mano sul volto” dedicata al delicato argomento della violenza contro le donne e in famiglia.


Un aperitivo e il lungo firma copie hanno chiuso in bellezza una serata decisamente riuscita.


Giovanni Donato





0 commenti: